Taglio del nastro per la nuova sede lodigiana per PA Digitale spa

24 settembre 2012

Pieve Fissiraga, 24 Settembre 2012

La tenacia di un imprenditore che guarda al futuro e rivolge volontà e impegno verso la missione in cui crede – ovvero contribuire come software house al processo di trasformazione della Pubblica Amministrazione con il proprio patrimonio di conoscenze e strumenti – venerdì scorso hanno trovato il plauso delle maggiori autorità di Lodi e di molti altri ospiti del Lodigiano e non (oltre un centinaio di persone) che hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione della nuova sede PA Digitale spa di Pieve Fissiraga.

Fabrizio Toninelli, infatti, fondatore e Amministratore Unico della società, ha voluto aprire le porte dei nuovi uffici per condividere con clienti, partner e alcuni testimoni d’eccezione – Claudio Pedrazzini, Vice Presidente della Provincia di Lodi, Lorenzo Guerini, Sindaco di Lodi, Alessandro e Cristina Zucchetti e il vice sindaco di Pieve, Daniela Bertolotti, che essendo il Comune ospite ha avuto il privilegio di tagliare il nastro inaugurale – la sua sfida: rendere efficiente la Pubblica Amministrazione grazie a strumenti tecnologici e servizi che possono concretamente portare la PA verso una maggiore efficienza e una minor burocrazia con risposte agli utenti in tempi più brevi oltre a migliori servizi per cittadini, il tutto risparmiando risorse importanti in tempi di spending review.

Sono queste, infatti, i concetti risuonati più volte negli interventi di Pedrazzini e Guerini e condivisi peraltro dallo stesso Assessore Regionale alla Digitalizzazione e semplificazione della Lombardia, Carlo Maccari, in visita presso la nuova sede PA Digitale spa qualche giorno prima.

Il Vice Presidente della Provincia e il Sindaco di Lodi, inoltre, non hanno mancato, di rilevare - con toni di speranza per il futuro occupazionale del Lodigiano - come la nuova sede sia attualmente sovradimensionata: 1.300 mq per 65 risorse sono, infatti, uno spazio decisamente abbondante.

La proporzione si spiega con le previsioni di crescita elaborate dal management aziendale e supportate dagli analisti che confermano, a partire dal 2013, una crescita importante per le aziende che forniscono soluzioni ICT per la pubblica amministrazione erogate in modalità Cloud (in tempi di tagli alla spesa, la tecnologia ASP utilizzata da PA Digitale si traduce infatti in risparmi dei costi di investimento e di gestione, e in maggiore efficienza soprattutto nella gestione associata delle funzioni per gli enti che dal prossimo gennaio saranno costretti ad adottarla).

La volontà di continuare a crescere e investire soprattutto nel e sul territorio lodigiano – dal 2009, anno della nascita di PA Digitale, ad oggi, il numero dei dipendenti è passato da 87 a 112 - trovano così espressione nella nuova sede che, unitamente al progetto “Lodigiano Digitale” condotto in collaborazione con la Provincia di Lodi, dimostra concretamente, come sottolineato sia da Pedrazzini che da Guerini, quale sia il livello dell’impegno profuso per contribuire ad affermare il Lodigiano come “polo informatico” nazionale anche per la Pubblica Amministrazione dando ulteriore slancio all’economia e al sistema occupazionale del territorio.

Di qui, il parallelo con il gruppo Zucchetti è stato inevitabile: d’altra parte i 36 anni di Fabrizio Toninelli passati nel gruppo (rivestendo anche la carica di vice presidente), sono stati importanti non solo per Fabrizio Toninelli ma anche per Alessandro Zucchetti. Il presidente del gruppo Zucchetti, infatti, con il suo intervento ha toccato anche il piano personale ringraziando Toninelli per avergli trasmesso quei valori di correttezza, professionalità e lealtà che devono stare alla base dei rapporti con i clienti, i partner, i fornitori e il personale.

Proprio a tutto il personale PA Digitale, per la condivisione della “sua” missione anche a “costo di sacrifici logistici” derivati dal trasferimento della vecchia sede di Gorgonzola, Toninelli ha dedicato un ringraziamento speciale. Un altro ringraziamento particolare è andato alla Provincia e al Comune di Lodi per la fiducia riposta nel progetto del Lodigiano Digitale, con la certezza che, una vasta adesione da parte dei Comuni porti anche a sbocchi occupazionali importanti per i giovani del territorio.

Esegui ricerca

ASSINFORM Associazione italiana per l'Information Technology | CF: 97383050156 |  ©2008-2016 All rights reserved

 Linkedin - Twitter - Facebook

 

Power by Kalì