Oracle presenta Oracle Database Appliance X3-2

Una versione più veloce del sistema ingegnerizzato Oracle supporta ora anche la virtualizzazione
06 marzo 2013

Cinisello Balsamo (MI) – 6 marzo 2013

La notizia

  • Oracle ha annunciato la disponibilità di Oracle Database Appliance X3-2, una soluzione caratterizzata da performance fino a due volte più rapide e da una capacità storage più che quadruplicata rispetto alla versione originale della Oracle Database Appliance.
  • Ora è possibile incrementare in maniera istantanea i volumi di dati collegando semplicemente uno Storage Expansion Shelf, senza bisogno di assistenza tecnica.
  • Oracle Database Appliance X3-2 prevede anche in opzione la presenza di una Virtualized Platform basata su Oracle VM, permettendo agli ISV di pacchettizzare e proporre una 'solution-in-a-box' completa.
  • Con l'aggiunta del supporto alla virtualizzazione, i clienti possono implementare rapidamente appliance complete e altamente disponibili presso sedi distaccate e uffici remoti, portando così a termine progetti che darebbero origine altrimenti a criticità in termini di competenze e footprint IT.
  • Oracle Database Appliance Virtual Platform riduce i requisiti delle licenze software facendo leva sulle particolari capacità di hard partitioning di Oracle VM. La piattaforma estende inoltre a tutte le soluzioni software Oracle la modalità di licenza software 'pay-as-you-grow'.
  • Oracle Database Appliance è un pacchetto completo che include software, server, storage e networking progettati per garantire semplicità ed elevata disponibilità, aiutando clienti e partner a trarre il massimo vantaggio dal database più diffuso al mondo.
  • Semplificando l’implementazione, la gestione e l'assistenza dei workload di database, Oracle Database Appliance aiuta le imprese a ridurre i rischi risparmiando tempo e denaro nella gestione di dati e applicazioni.

Un sistema ingegnerizzato per semplificare la gestione dei dati

  • Deployment integrato con la pressione di un solo pulsante, provisioning di database e patch, gestione semplificata delle VM e funzioni phone home automatiche permettono a Oracle Database Appliance X3-2 di diminuire spese, risorse e competenze solitamente necessarie per costruire e gestire un database ad alta disponibilità.
  • Oracle Database Appliance X3-2 mette a disposizione una piattaforma flessibile e scalabile che garantisce le performance e minimizza il costo delle licenze collegando automaticamente le Virtual Machine delle applicazioni e dei database a core specifici; il valore ne risulta quindi massimizzato, dal momento che si paga solo la capacità effettivamente consumata da database e applicazioni.
  • Oracle Database Appliance X3-2 estende il deployment rapido e l'uso intuitivo anche alle aziende e ai partner razionalizzando l’implementazione e la gestione attraverso Oracle VM Template pre-configurati per Oracle Database, Oracle WebLogic Server e alcune Oracle Applications.
  • Oracle Database Appliance X3-2 semplifica ulteriormente l'implementazione e la gestione dei workload di dati integrando risorse quali server, storage, reti e database per la massima disponibilità possibile. Un'unica appliance permette ai clienti di:
    • ridurre consumi energetici e raffreddamento grazie a un footprint IT ridotto;
    • ridurre il Total Cost of Ownership abbattendo costi fissi e variabili.
  • Oracle ha inoltre aggiornato l'hardware della Oracle Database Appliance X3-2 con 512 GB di memoria, 18 TB di disk storage SAS e 800 GB di memoria flash, ottenendo importanti miglioramenti prestazionali nelle applicazioni OLTP (Online Transaction Processing) e nel data warehousing. Rispetto alle versione precedente, Oracle Database Appliance X3-2 offre:
    • performance fino a due volte più rapide;
    • capacità storage più che quadruplicata;
    • memoria flash quasi triplicata;
    • memoria ampliata di oltre 2,5 volte.

Dichiarazioni a supporto

  • “La prima versione di Oracle Database Appliance offriva la possibilità di gestire e sfruttare con facilità la potenza di Oracle Real Application Clusters”, ha sottolineato Sohan DeMel, Vice President, Product Strategy & Business Development di Oracle. “La seconda generazione vede questo sistema ingegnerizzato potenziato fino a due volte ed esteso con il supporto della virtualizzazione”.
  • “Temenos ha certificato Oracle Database Appliance come soluzione 'Bank-in-a-Box' ideale per clienti T24 che intendono ridurre i costi di implementazione e di manutenzione usufruendo di performance elevate”, ha commentato Simon Henman, Technology Manager, Temenos, partner Platinum di Oracle PartnerNetwork che detiene lo status Oracle Database Ready. “Siamo entusiasti della nuova piattaforma virtualizzata di Oracle Database Appliance che fornirà l'isolamento dei workload tra database e applicazioni".
  • “Come partner Oracle Fusion Middleware siamo entusiasti delle nuove possibilità che questo annuncio riserva a tutti i nostri clienti”, ha concluso Howard Moore, Chief Executive Officer di Keste, partner Platinum di Oracle PartnerNetwork. “La possibilità di installare, implementare ed eseguire il provisioning di Oracle WebLogic Server insieme a Oracle Database su questo dispositivo in meno di due ore permetterà ai nostri clienti di fruire di livelli di agilità senza precedenti, consentendo di attivare applicazioni basate su Java in tempi da record. La possibilità di eseguire il provisioning di core aggiuntivi e di gestirli secondo un modello 'pay as they grow', abbinata al prezzo accessibile di questa appliance, la rende un'opzione di grande interesse per le imprese di piccole e medie dimensioni”.
Risorse a supporto

 

 

Esegui ricerca

ASSINFORM Associazione italiana per l'Information Technology | CF: 97383050156 |  ©2008-2016 All rights reserved

 Linkedin - Twitter - Facebook

 

Power by Kalì