Fujitsu EraseDisk: dismettere PC e notebook senza lasciare tracce

La nuova tecnologia brevettata da Fujitsu si posiziona come funzionalità unica nel suo genere, che permette alle aziende di dismettere i propri terminali in maniera sicura, riducendo al minimo i costi. Fujitsu promuove così il riciclo dell'hardware e garantisce la tutela dei dati

06 luglio 2011

Milano, 6 luglio 2011― Fujitsu ha annunciato l'introduzione della nuova funzione EraseDisk su alcuni modelli selezionati delle famiglie di PC ESPRIMO, di notebook LIFEBOOK e di workstation CELSIUS. 

Grazie alla nuova tecnologia Fujitsu, sarà possibile cancellare in maniera definitiva i dati presenti sugli hard disk senza l’utilizzo di software esterni o l’intervento del sistema operativo. Per le imprese che devono rispondere a rigide normative in tema di conformità e hanno bisogno di smaltire o rivendere vecchi PC, EraseDisk è sinonimo di costi inferiori, sicurezza e vantaggi ambientali ma allo stesso tempo di cancellazione sicura delle informazioni. 

Secondo il Programma Ambientale delle Nazioni Unite, ogni anno vengono accumulati a livello globale rifiuti elettronici per 50 milioni di tonnellate, gran parte delle quali imputabili a PC dismessi¹. Fujitsu EraseDisk supporta la Direttiva WEEE del Parlamento Europeo sulle apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso (Council on Waste Electrical and Electronic Equipment) che prevede la possibilità di riciclare PC e workstation. Con EraseDisk le imprese hanno la certezza assoluta della cancellazione definitiva dei contenuti sulle macchine da smaltire, prima che arrivino nelle mani di nuovi soggetti. 

Molte aziende non cancellano i dati dai vecchi sistemi in maniera adeguata e sicura; e se la cancellazione non avviene in maniera permanente vi è il rischio che le informazioni sensibili possano essere recuperate, fatto grave e assolutamente non sostenibile per un'azienda. Fujitsu EraseDisk garantisce il rispetto della conformità, fornendo report di verifica che attestano e certificano l'effettiva eliminazione delle informazioni. I report possono essere salvati su un dispositivo USB per tutelare le imprese dal rischio di frodi. 

Prima che Fujitsu mettesse a punto la funzione EraseDisk la rimozione dei dati dalle macchine non più utilizzate rappresentava per le aziende una procedura lunga e onerosa che non veniva affrontata volentieri. Da questo momento in poi, non vi è più la necessità di ricorrere a società di servizi esterne: è l'azienda stessa a decidere a chi, utente o amministratore, affidare il processo di eliminazione permanente dei dati che viene completato in un unico passaggio successivo a varie fasi di conferma. 

Per ragioni di sicurezza, la funzione EraseDisk prevede la possibilità di essere protetta affinché solo l'amministratore possa eseguire la cancellazione. Una volta terminato il procedimento, i prodotti da smaltire possono essere donati o rivenduti anziché finire in discarica ma con la totale certezza che tutte le informazioni precedentemente archiviate non risulteranno più recuperabili. 

Giuseppe Magni, Direttore Marketing di Fujitsu Technology Solutions, ha commentato: “Nel progettare i propri sistemi professionali, Fujitsu da sempre punta sull’incremento dell'efficienza e sui vantaggi per l'ambiente lungo tutto il ciclo di vita di un prodotto. La nuova funzione EraseDisk garantisce alle imprese un metodo semplice e sicuro per riciclare i vecchi PC senza tralasciare le misure di conformità richieste in numerosi settori”. 

EraseDisk è già disponibile a livello CEMEA&I (Europa Continentale, Medio Oriente, Africa & India) su alcuni modelli della gamma LIFEBOOK, ESPRIMO e CELSIUS, inclusi determinati prodotti della nuova Fujitsu proGREEN Selection. 

Note

(1) Programma sull'Ambiente delle Nazioni Unite: http://www.unep.org/

Esegui ricerca

ASSINFORM Associazione italiana per l'Information Technology | CF: 97383050156 |  ©2008-2016 All rights reserved

 Linkedin - Twitter - Facebook

 

Power by Kalì