Dell rafforza la sua offerta Virtual Network Architecture per aiutare i clienti ad ottenere risultati in tempi più rapidi

Dell ha presentato una serie di novità hardware e software alla sua offerta Virtual Network Architecture, un framework di rete aperto che punta a garantire una gestione più efficiente dei carichi di lavoro e più in generale dell’IT
07 maggio 2012

 

Milano, 7 maggio 2012 – Dell ha presentato una serie di novità hardware e software alla sua offerta Virtual Network Architecture, un framework di rete aperto che punta a garantire una gestione più efficiente dei carichi di lavoro e più in generale dell’IT. Dell ha presentato lo switch Dell Force10 MXL 10/40GbE, il suo primo switch blade server da 40 gigabit per lo chassis blade Dell PowerEdge M1000e, studiato per supportare intensi carichi di lavoro in ambienti tradizionali, virtuali e cloud (pubblico e privato).

L’aggiunta di uno switch blade server ad elevate prestazioni, amplia le opzioni di architettura a disposizione dei clienti ed estende la capacità di Dell di offrire soluzioni end-to-end da 10 gigabit Ethernet (GbE) in tutta la gamma server, storage e networking. Questa infrastruttura Dell può garantire prestazioni applicative fino a 10 volte superiori per carichi di lavoro di business intelligence e di supporto ai processi decisionali.[1]

Dell illustrerà le tecnologie e le innovazioni della sua gamma  Virtual Network Architecture (VNA) nel corso dell’Interop Las Vegas 2012 e condividerà la sua vision sul networking e sull’IT con un intervento di Dario Zamarian, vice president e general manager di Dell Networking, l’8 maggio.

Risultati in tempi più ridotti – Switch Dell Force10 MXL 10/40GbE

La gamma VNA di Dell Force10 per la virtualizzazione, automazione e orchestrazione di funzioni e servizi di rete è oggi notevolmente più potente e distanzia la concorrenza grazie all’introduzione del suo primo switch blade server da 40GbE, il Dell Force10 MXL 10/40GbE. Questa novità rafforza la leadership di Dell nelle vendite di server da 40GbE, secondo il Dell’Oro Group.

Lo switch blade Dell Force10 MXL 10/40GbE aggiunge capacità di banda senza precedenti allo chassis blade Dell PowerEdge M1000e, rispondendo così alle necessità di vari ambienti quali data center nelle grandi aziende, reti delle pubbliche amministrazioni, istituti scolastici e di ricerca, oltre a quelli che richiedono elevati livelli di prestazioni. La versione full optional 1/10/40GbE Layer 2 e Layer 3 dello switch blade è basata su sistema operativo Force10 (FTOS) e fornisce maggiore larghezza di banda, scalabilità, prestazioni e semplicità operative in ambienti data center e in quelli di grandi dimensioni. Il FTOS alimenta alcuni tra i più grandi ed importanti ambienti data center del mondo, offrendo prestazioni di rete prevedibili ed affidabili, riducendo nel contempo le spese operative e di gestione.

 

Tra i vantaggi chiave dello switch Dell Force10 MXL 10/40GbE vi sono:

  • Tecnologia di stack Ethernet integrata: i clienti possono consolidare porte ed implementare la soluzione a costi contenuti grazie alla formula a consumo. Lo stack Ethernet consente di inserire fino a sei moduli di switch in un’unica struttura, oppure di gestire le varie strutture come un unico dispositivo logico.
  •  Prestazioni di switching Ethernet studiate per nuovi workload ed impegnativi percorsi di traffico Est-Ovest (o intra-chassis), che offrono elevata densità e scalabilità, bassa latenza 10/40GbE alla struttura blade Dell PowerEdge M1000e. 
  • Opzioni flessibili di connettività: flessibilità di rete con i moduli FlexIO che offrono supporto per le porte 40GbE QSFP+, 10GbE SFP+, e 10GBase-T.
  • Supporto di storage integrato: la flessibilità del supporto input/output (I/O) per l’IP storage end-to-end (iSCSI e Data Center Bridging) in un’unica connessione 10GbE consente di migliorare l’efficienza e ridurre i costi. 

Massima efficienza – Funzionalità software avanzate per Enterprise Data Center Networking, Fabric Management e Network Management

Dell ha introdotto anche miglioramenti al software di gestione nella sua gamma per semplificare le operazioni IT e aiutare i clienti a risparmiare tempo e denaro.

 

Miglioramenti al sistema operativo Dell Force10

Le nuove funzionalità del FTOS per i data center enterprise studiate principalmente per il sistema top-of-rack S4810 10/40G includono:

  • Supporto per la tecnologia multi percorso Layer 2—Virtual Link Trunking (VLT)—una tecnologia innovativa che abilita scalabilità e controllo migliorati negli ambienti switch Layer 2.
  • Tecnologia di stack Ethernet switch per semplificare la gestione delle implementazioni di switch su larga scala.
  • Supporto Data Center Bridging (DCB) che abilita una fabric Ethernet lossless  per storage convergente (iSCSI, Fibre Channel) e dati su infrastruttura comune.
  • Mobilità automatizzata dei workload grazie all’auto-provisioning di LAN virtuali quando le macchine virtuali vengono migrate senza intervento -  con supporto hypervisor aperto per garantire al cliente la massima scelta e flessibilità.

 

Dell Fabric Manager

Dell ha anche annunciato Dell Fabric Manager, una nuova offerta pensata espressamente per configurare, gestire e monitorare le implementazioni di Dell Distributed Core nei data center. L’architettura Distributed Core di Dell – un’architettura fabric data center “spine-and-leaf” – offre un’alternativa sempre più diffusa alle architetture tradizionali, chassis-based, specialmente in ambienti ad elevate prestazioni, dove performance, resilienza, flessibilità e costi contenuti hanno pari importanza.  Dell Fabric Manager fornisce un’unica visuale a livello di sistema sulle implementazioni di Distributed Core di ogni dimensione studiate per ridurre sensibilmente i tempi di configurazione e semplificare gestione e monitoraggio continui.

Open Manage Network Manager 5.0

Dell ha presentato la quinta versione dell’Open Manage Network Manager, (OMNM) un’unica console per tutte le funzionalità di gestione di rete delle piattaforme di rete attuali e future di Dell, in network di uffici, campus e data center. L’OMNM aiuta ad abbassare i costi totali di proprietà automatizzando le funzioni di rete e aumentandone l’uptime, grazie a funzionalità di diagnostica, monitoraggio e backup/rispristino di rete. I clienti possono implementare in ore – non settimane o mesi – senza la necessità di effettuare aggiornamenti di software. 

 

Le nuove funzionalità dell’OMNM 5.0 includono:

  • Installazione e utilizzo semplificati degli switch grazie a una GUI basata su web interamente riprogettata.
  • Supporto per l’intera linea di switch incluso il Dell Force10, i controller W-Series ed i wireless access point.
  • L’analisi dei flussi di traffico aiuta a mantenere le migliori configurazioni delle prestazioni.
  • La gestione a gruppi delle risorse offre una configurazione degli switch “uno per tutti”.

                 

In mostra le nuove soluzioni di virtualizzazione di rete e multi-tenancy basate su SDN

Dell ha svelato le innovazioni nel Software-Defined Networking (SDN) per aumentare controllo, personalizzazione e ottimizzazione delle operazioni di networking virtuale, e ridurre in modo definitivo i costi. All’Interop Las Vegas 2012, Dell mostrerà le nuove soluzioni basate su SDN che evidenzieranno la semplicità con cui i clienti potranno virtualizzare le loro infrastrutture e abilitare orchestrazione multi-piattaforma e multi-tenancy.

Sempre in quest’ottica, Dell ha anche annunciato l’interoperabilità con l’architettura Big Switch Networks Open SDN™. Big Switch Networks offre soluzioni di cloud networking basate su standard aperti come OpenFlow, che forniscono ai clienti maggiori scelte di networking nell’ambito dell’ecosistema SDN. 

Ulteriori dimostrazioni dal vivo della VNA durante Interop Las Vegas 2012 includeranno:

  • Il Dell Fabric Manager per la gestione del core distribuito annunciato di recente.
  • La mobilità automatizzata dei workload con la configurazione/riconfigurazione VM-VLAN automatica.
  • Il tunneling della macchina virtuale con l’infrastruttura Microsoft Hyper-V over Layer 2/3.

“Poiché sempre più clienti abbracciano il 10GbE nelle loro operazioni IT che includono server, storage e networking, Dell è la giusta scelta per aiutarli in queste aree”, spiega Dario Zamarian, vice president e general manager di Dell Networking. “Dell aiuta i clienti a ottimizzare la loro infrastruttura attuale, architettando nel contempo maggiori capacità e intelligence per il futuro”.

“Stiamo assistendo sul mercato ad un’ondata di adozioni del 10GbE dato che i clienti stanno scegliendo architetture di data center networking integrate come quelle dei sistemi Force10 di Dell”, afferma Cindy Borovick, Program Vice President, Enterprise and Datacenter Networks.  “Queste soluzioni integrate che Dell sta sviluppando sia sui fabric da 10GbE che su quelli da 40GbE, sono in grado di connettere server da  10GbE, storage e reti per clienti che creano ambienti di cloud pubblico e privato”.

“Siamo lieti del fatto che Dell faccia parte del nostro ecosistema Open SDN”, dichiara Guido Appenzeller, CEO e co-fondatore di Big Switch Networks. "Entrambe le aziende condividono lo stesso credo negli standard aperti come elemento fondamentale nell’offerta dell’SDN e dei vantaggi ad essa associati ai nostri clienti”.

 

Disponibilità:

Lo switch Dell Force10 MXL 10/40G per lo chassis Dell M1000e e il Dell Fabric Manager saranno disponibili nell’estate 2012. L’Open Manage Network Manager 5.0 è già disponibile.

 



[1] Sulla base di test effettuati dai Dell lab nel febbraio 2012 che misurano l’I/O di lettura sequenziale rispetto alla generazione precedente

2 Secondo il “4Q11 Ethernet Switch Layer 2+3 Quarterly Report”, Dell’Oro Group, gennaio 2012

 

Esegui ricerca

ASSINFORM Associazione italiana per l'Information Technology | CF: 97383050156 |  ©2008-2016 All rights reserved

 Linkedin - Twitter - Facebook

 

Power by Kalì