I casi di successo delle aziende italiane
che hanno adottato soluzioni IT

Ricerca
per mercati e soluzioni:

Alimentare Applicazioni contabili/fiscali Architetture IT (Middleware, MFT, SOA, ESB) Assicurazioni e finanziarie Automotive Aziende associate Banche Big Data Big Data Analytics & Business Intelligence Biotecnologie e farmaceutica BPM - Business Process Management Business analytics Business analytics e big data Casi di successo Chimica Cloud Computing Cloud Computing Comunicati stampa Consumer CRM CSR (Attività sociali, donazioni, GreenIT) Data Center Dati, report e ricerche Difesa e Spazio Digital API Innovation Digital disruption Digital trasformation Distributori hardware e software Distribuzione e Servizi ECM - Gestione Documentale eCommerce Edilizia e costruzioni Education E-Learning/Formazione Elettronica Energy & Utilities Enterprise portal/CMS/Motori di ricerca Enti locali Eventi e sponsorizzazioni Fatturazione elettronica Fornitore di outsourcing/Managed Services/BPO Fornitore servizi di assistenza Fornitore servizi di consulenza Fusioni e acquisizioni Gestionale ERP (SCM, PLM) Global vendor hardware Global vendor software Gomma e materie plastiche Governance Hardware HR/Perfomance Management Imprese Industria IoT ISV Legno e arredo Logistica e trasporti Mercato estero Metallurgia e meccanica Mobile Mobile Mobile App Mobile commerce Mobile Payment Navale Network & System Management Nomine e lavoro Notizie corporate Operatore TLC Outsourcing ICT Partnership e accordi commerciali PMI Premi, risultati e certificazioni Prodotti e soluzioni Pubblica Amministrazione Report e ricerche Reseller hardware e software Reti di impresa RFID Risultati finanziari Robotica Sanità Security & cybersecurity Servizi di Rete fissa e mobile Servizi IT (Data Center, Cloud computing, Storage) Sicurezza integrata (informatica e fisica) Software House Stampa 3D Start Up Start-up Storage Studi professionali/SOHO System integrator Telecomunicazioni e Media Tessile e moda Travel & Transportation Unified Communication & Collaboration Utilities VAR (Value Added Reseller)
Azienda associata
Mercato: Enti locali

Consorzio Bonifica del Bientina

L’amministrazione del Consorzio aveva la forte necessità di gestire autonomamente l’elaborazione  del tributo a carico dei consorziati, migliorando  l’efficacia e l’efficienza del proprio catasto
Esigenze del Cliente
 
L’amministrazione del Consorzio aveva la forte necessità di gestire autonomamente l’elaborazione  del tributo a carico dei consorziati, migliorando  l’efficacia e l’efficienza del proprio catasto, in  relazione:
• alla correttezza del dato;
• alla tempestività nel controllo dei dati e nella risposta da fornire al contribuente in merito alla  sua posizione contributiva.
 
Progetto realizzato
La soluzione realizzata da PA Digitale ha consentito la gestione di una banca dati del catasto sovracomunale di facile utilizzo, che ha reso possibile formulare  interrogazioni trasversali sui vari comuni facenti parte del territorio consortile.
L’integrazione nativa con la procedura di protocollazione ha inoltre permesso di raccogliere ed archiviare la corrispondenza dei contribuenti rendendola  disponibile nei contesti gestionali del tributo.
Un evoluto sistema di calcolo previsionale supportato da funzioni di controllo consente, prima ancora dell’emissione del tributo vero e proprio, di effettuare simulazioni del gettito e fornisce un’ulteriore garanzia della correttezza del dato emesso.
 
Perché PA Digitale?
Risponde il direttore generale del Consorzio di Bonifica del Bientina, ingegner Massimo Lucchesi.
“Abbiamo effettuato una gara, e PA Digitale è risultata l’azienda che forniva la migliore garanzia di qualità, al costo più equo. Inoltre, la collaborazione con un’azienda di respiro nazionale ha consentito all’amministrazione del Consorzio un ulteriore sviluppo dei programmi di elaborazione”.
Quali risultati avete ottenuto?
“Con la gestione diretta del catasto, resa possibile grazie alla collaborazione con PA Digitale – prosegue l’ingegner Massimo Lucchesi - abbiamo ridotto la spesa di più di 150mila euro rispetto al 2004 (quando il servizio era eseguito da collaboratori esterni), ed abbiamo al contempo aumentato le entrate per contributi consortili accertati (dovuto al recupero di situazioni pregresse) di ben 226mila euro. Il successo della riorganizzazione è inoltre riscontrabile anche nella netta diminuzione delle segnalazioni e dei reclami, da parte dei cittadini, in relazione ai ruoli emessi (nel 2005 sono stati abbattuti di oltre il 75 per cento).
Le entrate da contributi consortili sono così aumentate di quasi 290mila euro rispetto all’esercizio del 2004”.
La gestione diretta dei dati catastali ha permesso, da un lato, un sensibile miglioramento dei rapporti con il contribuente, che beneficia di risposte tempestive e certe in merito alla propria posizione e, dall’altro, un miglior utilizzo e quindi una maggiore valorizzazione delle risorse del Consorzio.
12 luglio 2010
Esegui ricerca

ASSINFORM Associazione italiana per l'Information Technology | CF: 97383050156 |  ©2008-2016 All rights reserved

 Linkedin - Twitter - Facebook

 

Power by Kalì