I casi di successo delle aziende italiane
che hanno adottato soluzioni IT

Ricerca
per mercati e soluzioni:

Alimentare Applicazioni contabili/fiscali Architetture IT (Middleware, MFT, SOA, ESB) Assicurazioni e finanziarie Automotive Aziende associate Banche Big Data Big Data Analytics & Business Intelligence Biotecnologie e farmaceutica BPM - Business Process Management Business analytics Business analytics e big data Casi di successo Chimica Cloud Computing Cloud Computing Comunicati stampa Consumer CRM CSR (Attività sociali, donazioni, GreenIT) Data Center Dati, report e ricerche Difesa e Spazio Digital API Innovation Digital disruption Digital trasformation Distributori hardware e software Distribuzione e Servizi ECM - Gestione Documentale eCommerce Edilizia e costruzioni Education E-Learning/Formazione Elettronica Energy & Utilities Enterprise portal/CMS/Motori di ricerca Enti locali Eventi e sponsorizzazioni Fatturazione elettronica Fornitore di outsourcing/Managed Services/BPO Fornitore servizi di assistenza Fornitore servizi di consulenza Fusioni e acquisizioni Gestionale ERP (SCM, PLM) Global vendor hardware Global vendor software Gomma e materie plastiche Governance Hardware HR/Perfomance Management Imprese Industria IoT ISV Legno e arredo Logistica e trasporti Mercato estero Metallurgia e meccanica Mobile Mobile Mobile App Mobile commerce Mobile Payment Navale Network & System Management Nomine e lavoro Notizie corporate Operatore TLC Outsourcing ICT Partnership e accordi commerciali PMI Premi, risultati e certificazioni Prodotti e soluzioni Pubblica Amministrazione Report e ricerche Reseller hardware e software Reti di impresa RFID Risultati finanziari Robotica Sanità Security & cybersecurity Servizi di Rete fissa e mobile Servizi IT (Data Center, Cloud computing, Storage) Sicurezza integrata (informatica e fisica) Software House Stampa 3D Start Up Start-up Storage Studi professionali/SOHO System integrator Telecomunicazioni e Media Tessile e moda Travel & Transportation Unified Communication & Collaboration Utilities VAR (Value Added Reseller)

Azienda Energetica Reti – Etschwerke Netz

Il cliente

Paese: Italia
Settore: Utility
Dipendenti: 215
Website: http://www.aereti.it

La sfida

L’information technology supporta da tempo gran parte dei processi
essenziali di Azienda Energetica Reti e l’efficienza dei sistemi, così
come la loro affidabilità, è elemento primario per garantire la
continuità operativa necessaria per assicurare la costante qualità del
servizio. La strada della virtualizzazione ha ispirato una scelta di
evoluzione del data center funzionale alle necessità tanto di
razionalizzazione quanto di crescita nel tempo.

La soluzione

Le caratteristiche del blade server Fujitsu PRIMERGY BX900 si sono
rivelate ideali per soddisfare le esigenze di espandibilità, gestione

dei carichi e ottimizzazione di spazi e consumi funzionali al

rinnovamento infrastrutturale di AEWnet. Il numero di server fisici
presenti nel data center si è quasi dimezzato, mentre la disponibilità
di risorse virtuali aggiuntive ha già consentito di pianificare il rilascio
di nuovi servizi.

I benefici

  • Riduzione sostanziale del numero di server fisici presenti nel data
  • center.
  • Ottimizzazione degli spazi e dei costi legati a manutenzione e
  • consumo energetico.
  • Capacità di espansione per l’integrazione di nuovi servizi e
  • processi

Prodotti e servizi

  • Blade server Fujitsu PRIMERGY BX900.
  • Sistemi storage NetApp FAS
  • Ambiente di virtualizzazione VMware vSphere ESX 5.5.
  • Garanzia a copertura dell’alta affidabilità dei prodotti.

Il cliente

Azienda Energetica Reti – Etschwerke Netz, conosciuta anche con il nome commerciale di AEWnet, gestisce e misura la distribuzione di energia elettrica in numerosi comuni dell’Alto Adige, nonché la manutenzione, il rinnovo e l’ampliamento della rete di illuminazione pubblica per il territorio che si articola intorno alle città di Bolzano e Merano. La società fa parte del Gruppo Azienda Energetica – Etschwerke, importante realtà del territorio altoatesino costituita nel 1897 e attiva, direttamente o tramite le sue controllate, nella produzione, trasporto, distribuzione e vendita di energia elettrica, nonché distribuzione e vendita di gas e calore.

La sfida

Le opportunità di modernizzazione e innovazione passano inevitabilmente per la razionalizzazione e il consolidamento delle preesistenti infrastrutture tecnologiche. L’Azienda Energetica Reti ha deciso, nel 2013, di sostituire integralmente le componenti principali del proprio data center per poter sfruttare i vantaggi connessi alla virtualizzazione: “ Oltre ad avere una sala server saturata dalla presenza di macchine fisiche – ricorda Massimiliano Baldessarini, Amministratore di rete e di sistema, Azienda Energetica Reti – non tutte le risorse erano situate nel datacenter e questo ne complicava la gestione; inoltre i sistemi avevano raggiunto il termine del loro naturale ciclo di vita tecnologico ”.

La soluzione

Il processo di modernizzazione del data center dell’utility altoatesina ha poggiato sulla definizione di alcuni criteri prioritari, ovvero l’espandibilità dei sistemi, le capacità di gestione e bilanciamento dei carichi e la possibilità di consolidare le risorse in uno spazio notevolmente inferiore: “Avevamo individuato nelle configurazioni blade la soluzione ideale per soddisfare le nostre esigenze – conferma Baldessarini – e abbiamo optato per la proposta di Fujitsu perché rispondeva pienamente alle priorità che avevamo individuato, garantendoci la possibilità di crescere nel tempo, oltre a offrire una piattaforma tecnologica allo stato dell’arte e una notevole facilità di gestione anche da remoto”. Rilevante, nella fase di analisi e definizione delle configurazioni è stato l’apporto dei consulenti specializzati di Advnet, come vincente è risultata anche la capacità di integrazione con le componenti di storage e networking.

I benefici

Un dato su tutti serve a comprendere quale sia stato l’impatto del cambiamento legato alla scelta di AEWnet di aggiornare il proprio data center sfruttando la tecnologia blade server Fujitsu PRIMERGY BX900: “Nella precedente configurazione – ricorda Baldessarini – sfioravamo i quaranta server fisici, mentre ora non arriviamo a venti. Allo stesso tempo, stiamo raggiungendo l’attivazione di 150 server virtuali, potendo così implementare nuovi progetti e servizi per i nostri utenti interni”. In sostanza, l’evoluzione tecnologica ha consentito non solo di aumentare le performance del data center, ma soprattutto di assicurare un’espandibilità, che si è tradotta da subito nella possibilità di migliorare l’operatività dei dipendenti dell’azienda. Dal punto di vista IT, è stato possibile, per esempio, centralizzare la gestione degli utenti interni con Microsoft Active Directory. Attraverso la creazione di server virtuali, inoltre, è già stata pianificata l’espansione dei servizi per gli utenti interni, soprattutto in direzione dei controlli remoti degli allacciamenti e del funzionamento delle componenti informatiche presenti negli impianti di distribuzione dell’energia. Il progetto di modernizzazione del data center di AEWnet è stato definito con apposito bando di gara nel 2013 e si è completato in un arco temporale inferiore ai nove mesi nel corso del 2014, senza particolari intoppi e in modo del tutto trasparente per gli utenti finali. Oltre alla componente server, ora razionalizzata in un unico blade, affiancato da quattro sistemi rack, il rinnovamento ha riguardato tutte le componenti del data center, inclusi storage, connettività, Ups e condizionatori.

Per una realtà che si occupa di distribuzione dell’elettricità, il tema risparmio energetico potrebbe risultare trascurabile, ma non è questo il caso di AEWnet: “La nuova infrastruttura ci ha consentito di introdurre anche un sistema di monitoraggio dei consumi che prima non esisteva – puntualizza Baldessarini -. Ora conosciamo in modo puntuale l’utilizzo di energia di ogni componente della sala macchine e questo ci consente di orientare in modo più efficiente le nostre scelte”. Questo strumento garantisce opportunità di economie anche in proiezione futura, ma non va trascurato anche il fatto che, senza il processo di consolidamento portato avanti, oggi l’azienda avrebbe un datacenter con almeno sessanta server fisici. Fra i progetti che AEWnet ha in fase di realizzazione, oltre al proseguimento dell’espansione dei servizi erogati all’utenza interna, c’è la realizzazione del sito di disaster recovery, in particolare per garantire maggior protezione e continuità operativa sulle applicazioni considerate più critiche per l’azienda. Il citato sistema di monitoraggio dei consumi potrebbe portare alla decisione di non installare il condizionatore, anche dato il contesto climatico tipico della zona.

Un’ulteriore soluzione che ha portato grandi benefici in termini di flessibilità è stata l’adozione del software VIOM, in grado di astrarre la parte di networking del blade. VIOM ha infatti permesso di rispondere alle diverse esigenze di interconnettività e sicurezza che AEWnet adotta nella sua di complessa e articolata infrastruttura di rete.

Il ruolo del partner

Il progetto di modernizzazione del data center di AEWnet è stato materialmente realizzato da Advnet (www.advnet.it), Fujitsu Select Expert Circle Partner e società di consulenza IT, con sede a Thiene (VI) e un’esperienza decennale alle spalle. La società ha lavorato fianco a fianco con AEWnet fin dalla fase di progettazione, per fornire un supporto all’identificazione della soluzione più adatta alla soddisfazione dei requisiti prioritari di scelta dell’infrastruttura tecnologica: “Il nostro approccio parte sempre dalla comprensione del contesto di riferimento del nostro interlocutore – spiega Daniele Masi, sales & marketing director di Advnet -. In questo caso specifico, abbiamo provveduto a elaborare un’analisi tecnica molto puntuale in stretta collaborazione con il cliente, per evidenziare i vantaggi della soluzione proposta in termini di possibilità di evoluzione, performance e risparmio energetico”. Alla buona riuscita del progetto ha concorso in maniera determinante la preparazione tecnica del personale Advnet che ha dimostrato, oltre ad un’ottima padronanza delle soluzioni proposte, un’approfondita conoscenza anche delle altre architetture presenti nel data center AEWnet, rendendo così più semplice raggiungere gli obiettivi e rispettare i tempi di attuazione del progetto.

Conclusione

Pur essendo una utility delimitata territorialmente e in termini di risorse interne, AEWnet presentava esigenze di razionalizzazione ed espansione dell’infrastruttura IT comuni a molte realtà sia in ambito pubblico che privato. La tecnologia dei blade server Fujitsu PRIMERGY BX900, unita alle competenze consulenziali e di integrazione del partner Advnet, ha consentito all’azienda di rinnovare completamente il proprio data center con una soluzione già predisposta per i futuri potenziamenti nell’erogazione dei servizi, ma anche capace di assicurare risultati misurabili in termini di ottimizzazione degli spazi e dei costi.

21 marzo 2016
Esegui ricerca

ASSINFORM Associazione italiana per l'Information Technology | CF: 97383050156 |  ©2008-2017 All rights reserved

 Linkedin - Twitter - Facebook

 

Power by Kalì