Sito dedicato alle Aziende Associate

   

Nella sezione Casi di successo

ComUnica

Mercati:
Industria
La Comunicazione Unica – ormai nota a tutti gli operatori professionali come ‘ComUnica’ - è la procedura, disponibile sul sito www.registroimprese.it, attraverso la quale le nuove imprese possono essere operative in 1 giorno e assolvere, al massimo in 7 giorni, gli adempimenti dichiarativi verso Registro delle Imprese, INPS, INAIL e Agenzia delle Entrate mediante la presentazione di un modello informatico unificato indirizzato (per via telematica o su supporto informatico), alla sola Camera di commercio competente per territorio.
 
Il 31 marzo si è concluso il periodo di sei mesi di sperimentazione della Comunicazione Unica per l’avvio delle attività d’impresa, che riguarda gli oltre 6 milioni di imprese attualmente esistenti in Italia e tutti coloro che, dal 1° aprile, intendono aprire una qualunque iniziativa economica in forma d’impresa.
 
La regia delle comunicazioni è affidata alle Camere di Commercio che, attraverso InfoCamere - la loro società di informatica - diventano il front office per tutte le registrazioni ai fini dell’attribuzione del codice fiscale e/o della partita IVA (Agenzia delle Entrate) e per l’iscrizione al Registro delle Imprese, ma anche ai fini, previdenziali (INPS) e assicurativi (INAIL). In questo modo, ComUnica rende possibile al neo-imprenditore o a chi un’impresa l’ha già, di dialogare con un solo soggetto in rappresentanza della Pubblica amministrazione (la Camera di commercio) che provvede in modo del tutto trasparente a comunicare alle altre amministrazioni interessate i dati di competenza di ciascuna. Sempre a partire dal 1° aprile, inoltre, ComUnica consente di adempiere anche agli obblighi verso l'Albo ministeriale delle società cooperative.
 
La nuova procedura garantisce tempi certi e veloci per i riscontri: all’impresa giunge infatti immediatamente - presso una casella di posta elettronica certificata (PEC) - la ricevuta di protocollo della pratica che costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività. Al massimo nei sette giorni successivi, ciascuno degli altri enti coinvolti (INPS, INAIL e Agenzia delle Entrate) garantisce l’evasione della eventuale pratica di propria competenza, restituendo i dati necessari al Registro delle Imprese che può, così, certificare l’esistenza e l’operatività della neonata impresa. La stessa procedura si applica ad ogni altro evento della vita di un’impresa (modificazioni e cessazione dell’attività), riducendo così ad un unico canale il flusso di tutte le notizie e informazioni che l’impresa è tenuta ad inviare alla pubblica amministrazione.
Esegui ricerca

ASSINFORM Associazione italiana per l'Information Technology | CF: 97383050156 |  ©2008-2017 All rights reserved

 Linkedin - Twitter - Facebook

 

Power by Kalì