Sito dedicato alle Aziende Associate

Hitachi: centralizzazione e virtualizzazione nel Comune di Spoleto

 Soluzione che ha centralizzato in un'unica server farm tutti i sistemi elaborativi del Comune

Storico e conosciuto nei cinque continenti grazie al famosissimo "Festival dei Due Mondi", il Comune di Spoleto è una delle città gioiello del nostro paese. Ed è anche all'avanguardia per quanto riguarda le soluzioni informatiche che fanno funzionare la "macchina" comunale, grazie a una soluzione che ha centralizzato in un'unica server farm tutti i sistemi elaborativi del Comune, e realizzata dal system integrator di Ancona Filippetti Consulting & Technologies con le soluzioni storage di Hitachi Data Systems.

Ottimizzare le informazioni

L'obiettivo del Comune di Spoleto era quello di disporre di un sistema informativo distribuito, snello, flessibile, al passo con i tempi e in grado di ridurre ed ottimizzare il traffico di documenti cartacei tra un ufficio e l'altro. "Prima della realizzazione di questo progetto, per distribuire una circolare all'interno degli uffici comunali ci voleva molto tempo", racconta Vincenzo Russo, responsabile del progetto per il Comune di Spoleto. "Infatti, occorreva preparare la circolare, stamparla e poi farla firmare ai dipendenti interessati. Oggi invece, con la nuova soluzione, tutti i dipendenti del Comune hanno accesso alla posta elettronica e ai servizi su Pc Thin Client da ogni punto della rete ed indipendentemente dalla mansione svolta, dall'usciere all'impiegato d'ufficio".
Per questo progetto sono state utilizzate tutte le più recenti tecnologie, unendo soluzioni storage, server consolidation e centralizzazione del desktop, grazie alle soluzioni modulari di Hitachi Data Systems, che consentono la massima flessibilità anche nella virtualizzazione. "Tutte le tecnologie implementate presso il Comune di Spoleto hanno un denominatore comune – spiega Micol Filippetti, amministratore delegato di Filippetti Consulting & Technologies – costituito da centralizzazione e virtualizzazione".
In pratica tutti i sistemi elaborativi del Comune di Spoleto, sono stati centralizzati all'interno di una server farm e vengono virtualizzati attraverso appositi software, con il risultato che tutti i dati e le applicazioni sono inseriti all'interno di una infrastruttura di storage Hitachi Data Systems sicura, performante e vantaggiosa nei costi di esercizio, ma soprattutto capace di crescere in maniera modulare con il mutare delle esigenze".

Vantaggi molteplici

"Le soluzioni Hitachi Data Systems hanno tra le altre anche una caratteristica molto interessante, che consente di ottimizzare le risorse delle aziende e degli enti che le implementano e di ottenere la massima flessibilità, in quanto tutti i sistemi Hitachi Data Systems hanno la stessa tecnologia", sottolinea Filippetti. "Pertanto, in base alla crescita delle esigenze, è tranquillamente possibile, per esempio, sostituire nel corso del tempo una unità modulare di fascia bassa con una dalle prestazioni più elevate, magari di fascia enterprise".
Allo stesso modo, il controllo delle unità può avvenire in modo semplice attraverso un unico software centralizzato. Implementare una rete informatica su una struttura che coinvolge circa 250 dipendenti, più altro personale esterno, abbracciando la tecnologia di virtualizzazione VMware e di thin computing di Wyse Technology e operando su sistemi di storage Hitachi Data Systems, tutto questo sviluppato e realizzato in tempi brevi, significa veramente fare un balzo in avanti molto notevole.
"Il salto è stato davvero enorme per il Comune di Spoleto – aggiunge ancora Filippetti -, anche perché l'architettura prescelta rendeva necessario formare in modo adeguato tutto il personale". Per il Comune si è trattato anche di svecchiare in modo considerevole il sistema di archiviazione. "Oggi – continua Russo – abbiamo eliminato i mucchi di incartamenti e classificatori messi a giacere sulle scale. Inoltre stiamo implementando gradualmente un sistema di Posta elettronica certificata (PEC) che vogliamo standardizzare come sistema di comunicazione ufficiale tra Comune, Provincia e Regione Umbria, eliminando carta e fax".

Sviluppi futuri

Un altro aspetto che va sottolineato è quello della sicurezza, legata alla gestione documentale che il Comune di Spoleto ha in corso di implementazione nel proprio sistema informativo.
"La sicurezza viene garantita dalle firme digitali, ma prima di tutto deve essere assimilata come norma di comportamento dagli utenti. In ogni caso, il Comune ha provveduto ad un'attenta profilazione di tutti gli utenti autorizzati". Inoltre, a Spoleto si sta implementando gradualmente un sistema completo di gestione del workflow documentale che metterà gli utenti autorizzati in grado di sfogliare Delibere di giunta e procedure dei lavori pubblici, oltre che gli atti deliberativi e gestionali, peraltro già consultabili oggi. Quali sono gli sviluppi che Filippetti prevede di raggiungere grazie a questa partnership di successo?
"Presso il Comune di Spoleto per questa realizzazione sono state utilizzate le più recenti tecnologie, messe in produzione tutte in una volta: – conclude Filippetti – una caratteristica unica di questo progetto, che unisce storage, server consolidation e centralizzazione del desktop e delle applicazioni su tutto il parco degli utenti. È la prima volta che realizziamo un sistema di questo genere e siamo convinti di poterlo presto riproporre ad altre realtà della Pubblica amministrazione locale che hanno problematiche simili a queste".
"Tutte le tecnologie Hitachi Data Systems implementate presso il Comune di Spoleto hanno un denominatore comune, costituito da centralizzazione e virtualizzazione". Micol Filippetti, amministratore delegato di Filippetti Consulting & Technologies

Esegui ricerca

ASSINFORM Associazione italiana per l'Information Technology | CF: 97383050156 |  ©2008-2016 All rights reserved

 Linkedin - Twitter - Facebook

 

Power by Kalì