Sito dedicato alle Aziende Associate

         

Le sfide poste dalla fatturazione elettronica internazionale

Milano, 31 marzo 2017 - La globalizzazione, l’espansione dei mercati e le modifiche legislative in tutto il mondo hanno dato origine a un’interconnessione in costante crescita tra le aziende e richiedono comunicazioni sicure e affidabili che consentano di operare nell’ambito della fatturazione elettronica con qualsiasi paese del mondo.

A questo si somma il percorso che vede l’introduzione obbligatoria della fatturazione elettronica in quasi tutte le regioni. L’ultimo aggiornamento dello studio E-Invoicing / E-Billing International Market Overview & Forecast stima che l’incremento della fatturazione elettronica sarà pari al 13% per le aziende e per il Settore Pubblico. Nel caso del segmento B2C, l’aumento potrebbe arrivare al 12%.

La fattura elettronica è un sistema che, tra gli altri vantaggi, migliora il controllo fiscale, incrementa il risparmio economico, riduce l’uso della carta e rende più snelle le procedure interne alle aziende. In America Latina è già obbligatoria nella maggior parte dei paesi sia per l’ambito B2G che per il B2B, gli Stati Uniti prevedono di iniziare il progetto nel 2018 mentre nell’Unione Europea la fatturazione elettronica con la Pubblica amministrazione è già obbligatoria in molti paesi. Nel corso del 2017, due regioni che fino a ora si sono mantenute al margine di questa tecnologia inizieranno a incrementare il volume delle transazioni: il Nord America e l’Asia-Pacifico.

Com’è possibile operare a livello globale in progetti di fatturazione elettronica?

È proprio la grande diversità tra i governi e le legislazioni a far sì che esistano e convivano una gran varietà di modelli e sistemi di implementazione di fatturazione elettronica. Questo è esattamente il punto in cui le aziende si trovano ad affrontare le sfide più importanti. Un progetto internazionale di fatturazione elettronica presenta sfide sia a livello tecnico che di interconnessione.

A livello tecnico, è necessario tener conto della legislazione nazionale e dei requisiti di convalida e certificazione delle autorità tributarie. Si tratta di fattori quali le misure preliminari che le aziende devono adottare, la diversità dei formati consentiti, i controlli fiscali implementati, la firma elettronica e la conservazione dei documenti.

A livello di interconnettività, le aziende implementeranno connessioni sicure e affidabili con gli organismi pubblici e le altre aziende. Esistono inoltre moltissimi modi per effettuare una connessione elettronica, per cui è necessaria un’infrastruttura di comunicazione interoperabile con un fornitore di servizi in grado di assicurare una connessione efficiente e sotto stretti controlli di sicurezza.

Nonostante gli ostacoli, le aziende sono coscienti che è necessario contare su un processo automatico per elaborare e gestire un progetto di fatturazione elettronica globale. Per semplificare queste procedure e aiutare le aziende a gestire un sistema di fatturazione elettronica automatico e integrato è necessario poter fare affidamento su un fornitore globale.

EDICOM presta i suoi servizi di fatturazione elettronica ad aziende di tutto il mondo. Sarà possibile collegarsi con qualsiasi azienda da un’unica piattaforma e scambiare documenti fiscali e commerciali rispettando le normative nazionali.

La piattaforma Globale e-Invoicing di EDICOM semplifica le procedure di emissione e di ricezione delle fatture elettroniche in ambienti multimediali. È la soluzione ideale per le aziende che operano su diversi mercati partendo da sistemi di gestione centralizzati e che devono essere in grado di gestire questi documenti in conformità a quanto previsto dalla legislazione vigente in ogni paese.

Per maggiori informazioni su EDICOM: http://www.edicomgroup.com/it_IT/home.html

 

Esegui ricerca

ASSINFORM Associazione italiana per l'Information Technology | CF: 97383050156 |  ©2008-2017 All rights reserved

 Linkedin - Twitter - Facebook

 

Power by Kalì